9/04/2019

A “lezione” da Maina oltre 70 studenti delle quinte dell’Arte Bianca di Neive

Venerdì 5 e lunedì 8 aprile gli allievi hanno scoperto come nascono le colombe pasquali

Venerdì 5 e lunedì 8 aprile la Maina di Fossano ha accolto in visita allo stabilimento dolciario quattro gruppi di studenti delle classi quinte dell’istituto Arte Bianca di Neive. Sono stati oltre 70, in tutto, gli studenti accompagnati dal direttore dell’Istituto Maurizio Trinchero e dai suoi colleghi docenti che, seguiti passo passo dai responsabili Maina, hanno potuto apprezzare tutte le fasi del lungo processo produttivo che, in oltre due giorni e con il solo impiego di Lievito Madre naturale di pasta acida, dona alle colombe Maina maggiore sofficità, fragranza e digeribilità.

Per gli studenti la visita è cominciata in aula con una breve spiegazione da parte di Ugo Di Gennaro, responsabile Marketing e Comunicazione, di come nascono i prodotti lievitati da ricorrenza Maina e una rapida carrellata sulle tappe principali che hanno contraddistinto la storia più che cinquantenaria dell’azienda. A seguire ci si è spostati tra le linee produttive dove Roberto Di Gennaro, responsabile Assicurazione Qualità dell’azienda, ha accompagnato i ragazzi in un tour multisensoriale di profumi e sapori. La giornata si è conclusa con un momento di degustazione dei prodotti Maina, a partire dai Grandi Classici fino alla presentazione delle novità di prodotto per la Pasqua 2019.

“Per la nostra azienda questo è diventato ormai un appuntamento irrinunciabile per far conoscere a futuri pasticceri o operatori dolciari i nostri valori fondanti – dichiara Marco Brandani, amministratore delegato di Maina –. Siamo sempre contenti, infatti, di accogliere studenti appassionati e interessati all’arte dolciaria ed è per noi un’occasione per dimostrare loro come è possibile realizzare un prodotto industriale di altissima qualità, nel pieno rispetto della tradizione e dei suoi tempi. A partire dalla lunga lievitazione naturale, che avviene in oltre due giorni con solo Lievito Madre, lo stesso utilizzato dal 1964, anno di nascita della nostra azienda”.

“La visita alla Maina rappresenta per i nostri allievi un’occasione privilegiata per approfondire le conoscenze acquisite in aula in merito agli impianti industriali nel campo alimentare, alla loro automazione, nonché alle tematiche di controllo della qualità” ha aggiunto Maurizio Trinchero, direttore dell’Istituto, sottolineando così l’importanza della visita. L’istituto, con sede a Neive a indirizzo “Servizi per l’enogastronomia e ospitalità alberghiera”, opzione “Prodotti dolciari artigianali ed industriali”, è una delle scuole statali italiane attive da più anni nella formazione di personale per il settore dolciario. Gli allievi, dopo 5 anni di corso, possono trovare collocazione nelle pasticcerie artigianali e nelle aziende dolciarie, oltre a poter accedere all’università per approfondire l’indirizzo scelto.

Scarica il comunicato stampa e le foto dei ragazzi in visita

I ragazzi dell’Arte Bianca di Neive scoprono come avviene la produzione delle colombe Maina

 

Il gruppo di studenti che si è recato alla Maina venerdì 5 aprile

 

I ragazzi e le ragazze in visita alla Maina lunedì 8 aprile

Archivio comunicati stampa

Archivio immagini di Maina