8/03/2018

Nominati i nuovi vertici della Fondazione Artea

Il Collegio dei Fondatori della Fondazione Artea, a seguito delle nomine avvenute da parte del Consiglio Regionale del Piemonte, oggi – giovedì 8 marzo – ha provveduto a designare i membri del nuovo Consiglio di Amministrazione della Fondazione Artea nelle persone di Marco Galateri di Genola, Presidente, Cristiano Isnardi, Consigliere, Flavio Bruna, Consigliere, Lorenzo Durando, Revisore Unico dei Conti. Marco Galateri di Genola succede a Michela Giuggia che lo scorso autunno ha deciso di non ripresentare la sua candidatura per le nomine del nuovo Consiglio della Fondazione.

Marco Galateri di Genola, ingegnere, Presidente della Sagittario S.p.a., holding finanziaria di partecipazioni industriali con prevalente attività all’estero, ha operato quale amministratore delegato, presidente e azionista di società di progettazione e fornitura di impianti industriali in particolare chimici e petrolchimici su tutti i principali mercati mondiali.

Dal 2013 al 2016 è stato Presidente dell’Accademia delle Belle Arti di Brera a Milano, della Fondazione Isola Comacina e della Fondazione Lombardi e Croce e ha collaborato come consigliere per diverse altre fondazioni e associazioni aventi scopi culturali tra cui la Fondazione Ratti di Como, la Fondazione Durini di Milano, l’Associazione Amici del Real Castello di Racconigi di cui è Vice Presidente dal 2010, il FAI Piemonte e la Fondazione La Raia.

“Sono felice di assumere questo incarico e ringrazio profondamente la presidente uscente Michela Giuggia e l’intero Cda che in questi anni hanno ben gestito la difficile fase di rinascita di questo ente che ritengo estremamente strategico per lo sviluppo culturale del territorio cuneese – ha dichiarato il neo presidente Marco Galateri –. Intendo mettere al servizio della Fondazione Artea la mia esperienza e la mia passione per l’arte e la cultura al fine di poter proseguire e sviluppare l’ottimo lavoro svolto da chi mi ha preceduto”.

“Sono onorata di aver gestito il progetto affidatomi circa due anni fa dalla Regione Piemonte che ha portato al nuovo corso della Fondazione Artea e di aver messo a disposizione la mia esperienza e la mia passione – dichiara la presidente uscente Michela Giuggia –. Grazie all’impegno dei consiglieri di amministrazione uscenti, dell’assessore Antonella Parigi, del consigliere regionale Paolo Allemano e di tutti i sindaci dei Comuni e dei presidenti delle Unioni che hanno aderito ad Artea, è nata una realtà nuova, partecipata ed efficace. Una realtà che sempre più si connota autorevolmente come un ente capace di sostenere una progettualità culturale di sistema, in grado di operare come ‘agente di sviluppo’ a supporto dei territori, di cui questa provincia sta dimostrando di avere davvero bisogno. Cuneo, Mondovì, Fossano, Savigliano, Saluzzo, ma anche Vinadio, Caraglio, Busca, dove si trovano i ‘beni faro’ di Artea e tutte le Unioni di comuni del territorio, hanno compreso l’importanza della Fondazione e hanno aderito alla rete. Dal nuovo statuto ad una nuova visione della Fondazione; dalla scelta della nuova sede all’assunzione di una squadra di quattro esperti dipendenti; dalla costruzione della rete dei territori alla scelta, attraverso un bando di apertura nazionale, del direttore, Alessandro Isaia – continua Michela Giuggia -, per arrivare alle tante iniziative di successo realizzate nel 2017: questo il percorso che abbiamo tracciato. Sono certa di lasciare al mio successore una Fondazione pronta ad affrontare sfide importanti ed un programma di eventi, innovativi e attraenti, per il 2018. Faccio i miei più cari auguri al nuovo Consiglio di amministrazione e al nuovo Presidente che stimo e che sarà certo capace di portare Artea ad essere sempre più autorevole e indispensabile per il nostro splendido territorio”.

“Ringrazio la presidente Michela Giuggia e i membri del Consiglio d’Amministrazione uscente, nelle persone di Laura Emanuelli, Aldo Molinengo e Zelda Beltramo, che fino ad oggi hanno traghettato la Fondazione Artea verso la costituzione del nuovo Statuto e la delicata fase di start-up – ha dichiarato l’assessore regionale alla Cultura Antonella Parigi – e ringrazio e faccio i miei migliori auguri al nuovo presidente Marco Galateri di Genola che ha accettato di mettere al servizio di Artea la sua professionalità e competenza per affrontare questa seconda fase della Fondazione che la vedrà protagonista dello sviluppo culturale del territorio cuneese”.

La Fondazione Artea (ri)nasce nel 2016 grazie ad una precisa volontà della Regione Piemonte: dare a Cuneo e alla sua provincia uno strumento moderno per valorizzare e promuovere il patrimonio culturale materiale e immateriale dell’area geografica costituita dall’arco alpino compreso tra le valli monregalesi e la Val Po, area montana integrata con le città di Fondovalle. Una Fondazione ‘del’ e ‘per’ il territorio che intende promuovere una progettazione culturale attenta alla sostenibilità economica e sociale, capace di far reagire le vocazioni dei territori con i linguaggi e le istanze della contemporaneità e coinvolgere associazioni, imprese culturali e cittadini per aumentare l’inclusione e lo sviluppo.

Marco Galateri di Genola, presidente della Fondazione Artea

Marco Galateri di Genola, presidente della Fondazione Artea

Allegati

Archivio comunicati stampa

Archivio immagini di Fondazione Artea