Written by Nuovimondi festival

A 3 Comuni della Valle Stura un finanziamento di 127mila euro dal Ministero dei Beni Culturali per il progetto “Nuove visioni per Nuovi Mondi”

Unico in Piemonte tra gli 8 vincitori nazionali vede premiati Valloriate (capofila), Moiola e Rittana grazie all’impegno dell’associazione culturale Kosmoki, organizzatrice del Nuovi Mondi Festival

Nuovi Mondi

In festa: lo staff di Kosmoki – NuoviMondi Festival, con al centro Silvia Bongiovanni e primo a sinistra Fabio Gianotti, insieme ad alcuni rappresentanti della comunità di Valloriate tra cui il sindaco Gianluca Monaco (secondo da destra con le braccia alzate)

“Nuove visioni per Nuovi Mondi – Un progetto di sistema per far volare la Valle Stura”, il progetto ideato e scritto dall’associazione culturale Kosmoki, organizzatrice del Nuovi Mondi Festival di Valloriate, presentato lo scorso mese di gennaio al Ministero dei Beni Culturali da Comune di Valloriate (ente capofila), Comune di Moiola e Comune di Rittana, è risultato tra gli 8 vincitori dell’avviso pubblico “Borghi in Festival. Comunità, cultura, impresa per la rigenerazione dei territori” promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura che ha messo a disposizione risorse totali per oltre un milione e 300mila euro. Il progetto nello specifico ha ottenuto un finanziamento di 127mila euro.

Facendo leva sulla presenza ormai decennale nel Nuovi Mondi Festival, il più piccolo festival di montagna del mondo ideato e organizzato da Kosmoki e giunto quest’anno alla sua X edizione, il progetto si prefigge una serie di obiettivi tra i quali: favorire lo sviluppo sostenibile, economico, sociale e culturale del territorio; favorire il rafforzamento delle proposte turistico-culturali della Valle Stura attraverso la sperimentazione di nuove forme di promozione turistica sostenibili e sistemiche; favorire il protagonismo giovanile e rendere possibile il coinvolgimento attivo nella vita sociale ed economica del territorio dei giovani attraverso la formazione per la pratica lavorativa in ambito culturale; contaminare il territorio con la bellezza artistica agendo su identità di luogo, partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza; incrementare la visibilità del territorio a livello mediatico e comunicativo. “Nuove visioni per Nuovi Mondi” è il solo progetto risultato “ammesso al finanziamento” a livello regionale. Le domande di partecipazione, giunte da tutta Italia entro il termine previsto dello scorso 29 gennaio, sono state in tutto 643: 178 dal Nord, 156 dal Centro, 246 dal Sud, 63 dalle Isole.

“Nuove Visioni per Nuovi Mondi è un progetto che nasce da una rete territoriale di 3 piccoli Comuni della Valle Stura – dichiarano Gianluca Monaco, Loris Emanuel e Giacomo Doglio, rispettivamente sindaci di Valloriate, Moiola e Rittana -. Il progetto nasce dalla volontà di valorizzare un festival già esistente, il Nuovi Mondi festival, il più piccolo festival di montagna del mondo e integrarlo in una politica territoriale che attraverso l’investimento sul protagonismo giovanile definisca un’azione di sviluppo economico, sociale e culturale del territorio, agendo in sinergia e costruendo, attraverso un festival, una possibilità di crescita e di valorizzazione della nostra amata Valle Stura”.

Nel valutare il dossier del progetto, la Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura ha tenuto conto in particolare dell’innovatività, della sostenibilità e dell’accessibilità delle proposte presentate, nonché il coinvolgimento della cittadinanza e dell’impatto sul territorio, con particolare attenzione alle aree prioritarie e complesse.

“È un risultato fantastico che sentiamo di condividere con tutti gli attori coinvolti – dichiarano Silvia Bongiovanni e Fabio Gianotti di Kosmoki -. Nuove Visioni per Nuovi Mondi è la continuazione di un sogno partito 10 anni fa in un piccolo paese di 80 abitanti che nasce estendendo il festival in 3 Comuni della bassa Valle che si sono distinti in questi anni per l’investimento in cultura e in sinergia con una serie di partner che credono nella possibilità di costruire nuovi mondi in montagna. L’azione del festival agisce sulla possibilità di immaginare nuovi mondi e la collaborazione tra Comune di Valloriate, Kosmoki e Unione Montana ha dato vita ad una stagione di innovazione per la Valle Stura: in 4 anni sono nati un consorzio turistico (Valle Stura Experience), un marchio di prodotti (Montagnam) e un piccolo gruppo di Giovani Facilitatori, apprendisti community manager e facilitatori di relazioni per la Valle Stura. Crediamo che la cultura possa essere generativa e deve esserlo, soprattutto se agisce in un’area così marginale e se aiuta a immaginare nuovi mondi”.

Archivio immagini di Nuovimondi festival

Written by Nuovimondi festival

A 3 Comuni della Valle Stura un finanziamento di 127mila euro dal Ministero dei Beni Culturali per il progetto “Nuove visioni per Nuovi Mondi”

Unico in Piemonte tra gli 8 vincitori nazionali vede premiati Valloriate (capofila), Moiola e Rittana grazie all’impegno dell’associazione culturale Kosmoki, organizzatrice del Nuovi Mondi Festival

Nuovi Mondi

In festa: lo staff di Kosmoki – NuoviMondi Festival, con al centro Silvia Bongiovanni e primo a sinistra Fabio Gianotti, insieme ad alcuni rappresentanti della comunità di Valloriate tra cui il sindaco Gianluca Monaco (secondo da destra con le braccia alzate)

“Nuove visioni per Nuovi Mondi – Un progetto di sistema per far volare la Valle Stura”, il progetto ideato e scritto dall’associazione culturale Kosmoki, organizzatrice del Nuovi Mondi Festival di Valloriate, presentato lo scorso mese di gennaio al Ministero dei Beni Culturali da Comune di Valloriate (ente capofila), Comune di Moiola e Comune di Rittana, è risultato tra gli 8 vincitori dell’avviso pubblico “Borghi in Festival. Comunità, cultura, impresa per la rigenerazione dei territori” promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura che ha messo a disposizione risorse totali per oltre un milione e 300mila euro. Il progetto nello specifico ha ottenuto un finanziamento di 127mila euro.

Facendo leva sulla presenza ormai decennale nel Nuovi Mondi Festival, il più piccolo festival di montagna del mondo ideato e organizzato da Kosmoki e giunto quest’anno alla sua X edizione, il progetto si prefigge una serie di obiettivi tra i quali: favorire lo sviluppo sostenibile, economico, sociale e culturale del territorio; favorire il rafforzamento delle proposte turistico-culturali della Valle Stura attraverso la sperimentazione di nuove forme di promozione turistica sostenibili e sistemiche; favorire il protagonismo giovanile e rendere possibile il coinvolgimento attivo nella vita sociale ed economica del territorio dei giovani attraverso la formazione per la pratica lavorativa in ambito culturale; contaminare il territorio con la bellezza artistica agendo su identità di luogo, partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza; incrementare la visibilità del territorio a livello mediatico e comunicativo. “Nuove visioni per Nuovi Mondi” è il solo progetto risultato “ammesso al finanziamento” a livello regionale. Le domande di partecipazione, giunte da tutta Italia entro il termine previsto dello scorso 29 gennaio, sono state in tutto 643: 178 dal Nord, 156 dal Centro, 246 dal Sud, 63 dalle Isole.

“Nuove Visioni per Nuovi Mondi è un progetto che nasce da una rete territoriale di 3 piccoli Comuni della Valle Stura – dichiarano Gianluca Monaco, Loris Emanuel e Giacomo Doglio, rispettivamente sindaci di Valloriate, Moiola e Rittana -. Il progetto nasce dalla volontà di valorizzare un festival già esistente, il Nuovi Mondi festival, il più piccolo festival di montagna del mondo e integrarlo in una politica territoriale che attraverso l’investimento sul protagonismo giovanile definisca un’azione di sviluppo economico, sociale e culturale del territorio, agendo in sinergia e costruendo, attraverso un festival, una possibilità di crescita e di valorizzazione della nostra amata Valle Stura”.

Nel valutare il dossier del progetto, la Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura ha tenuto conto in particolare dell’innovatività, della sostenibilità e dell’accessibilità delle proposte presentate, nonché il coinvolgimento della cittadinanza e dell’impatto sul territorio, con particolare attenzione alle aree prioritarie e complesse.

“È un risultato fantastico che sentiamo di condividere con tutti gli attori coinvolti – dichiarano Silvia Bongiovanni e Fabio Gianotti di Kosmoki -. Nuove Visioni per Nuovi Mondi è la continuazione di un sogno partito 10 anni fa in un piccolo paese di 80 abitanti che nasce estendendo il festival in 3 Comuni della bassa Valle che si sono distinti in questi anni per l’investimento in cultura e in sinergia con una serie di partner che credono nella possibilità di costruire nuovi mondi in montagna. L’azione del festival agisce sulla possibilità di immaginare nuovi mondi e la collaborazione tra Comune di Valloriate, Kosmoki e Unione Montana ha dato vita ad una stagione di innovazione per la Valle Stura: in 4 anni sono nati un consorzio turistico (Valle Stura Experience), un marchio di prodotti (Montagnam) e un piccolo gruppo di Giovani Facilitatori, apprendisti community manager e facilitatori di relazioni per la Valle Stura. Crediamo che la cultura possa essere generativa e deve esserlo, soprattutto se agisce in un’area così marginale e se aiuta a immaginare nuovi mondi”.

Archivio immagini di Nuovimondi festival