Written by Confagricoltura Cuneo

Roberto Abellonio eletto vicepresidente nazionale della Federazione Frutta in guscio

Roberto Abellonio, direttore di Confagricoltura Cuneo, è stato nominato lunedì 4 dicembre a Roma vicepresidente nazionale della Federazione di prodotto Frutta in guscio di Confagricoltura. Alla carica di presidente è stato eletto Francesco Natoli, rappresentante del comparto corilicolo della Sicilia.
La Federazione nazionale di prodotto è il luogo privilegiato dove effettuare l’analisi dei mercati, decidere le politiche di settore, mettere in campo iniziative sindacali e promuovere progetti di organizzazione economica del prodotto. La nomina di un componente di Cuneo nella squadra nazionale rappresenta quindi, da un lato, un riconoscimento al valore del comparto corilicolo del Piemonte e della provincia di Cuneo, e dall’altro, consentirà al nostro territorio di avere una visione più ampia delle strategie di sviluppo del settore nei prossimi anni.
A livello regionale il settore vive da qualche tempo un momento di sviluppo notevole. Basti pensare che, secondo i dati dell’Anagrafe unica regionale, nel 2015 erano 8.576 le aziende impegnate nel settore corilicolo, per 18.137 ettari di nocciolo, mentre nel 2016 le imprese sono aumentate di oltre mille unità (9.643) e gli ettari a corileto sono ormai circa 21mila. Di questi, il 70% proviene dalla provincia di Cuneo, che conta anche la maggior parte di aziende che coltivano il prodotto.

Archivio immagini di Confagricoltura Cuneo

Written by Confagricoltura Cuneo

Roberto Abellonio eletto vicepresidente nazionale della Federazione Frutta in guscio

Roberto Abellonio, direttore di Confagricoltura Cuneo, è stato nominato lunedì 4 dicembre a Roma vicepresidente nazionale della Federazione di prodotto Frutta in guscio di Confagricoltura. Alla carica di presidente è stato eletto Francesco Natoli, rappresentante del comparto corilicolo della Sicilia.
La Federazione nazionale di prodotto è il luogo privilegiato dove effettuare l’analisi dei mercati, decidere le politiche di settore, mettere in campo iniziative sindacali e promuovere progetti di organizzazione economica del prodotto. La nomina di un componente di Cuneo nella squadra nazionale rappresenta quindi, da un lato, un riconoscimento al valore del comparto corilicolo del Piemonte e della provincia di Cuneo, e dall’altro, consentirà al nostro territorio di avere una visione più ampia delle strategie di sviluppo del settore nei prossimi anni.
A livello regionale il settore vive da qualche tempo un momento di sviluppo notevole. Basti pensare che, secondo i dati dell’Anagrafe unica regionale, nel 2015 erano 8.576 le aziende impegnate nel settore corilicolo, per 18.137 ettari di nocciolo, mentre nel 2016 le imprese sono aumentate di oltre mille unità (9.643) e gli ettari a corileto sono ormai circa 21mila. Di questi, il 70% proviene dalla provincia di Cuneo, che conta anche la maggior parte di aziende che coltivano il prodotto.

Archivio immagini di Confagricoltura Cuneo