Written by Confagricoltura Cuneo

Aziende cuneesi del vino hanno incontrato a Roma buyers del Centro-Nord America

C’erano anche tre aziende vitivinicole cuneesi, Cascina Lasagna di Cozzo Mario di Dogliani, Azienda Agricola Soria Matteo di Castiglione Tinella e Cascina Piccaluga di Alba, tra le protagoniste della due giorni di incontri B2B con operatori provenienti Stati Uniti, Canada (Quebec e Ontario) e Messico che si è svolta mercoledì 6 e giovedì 7 giugno a Roma, presso la sede della Confagricoltura a Palazzo della Valle. L’incontro, organizzato da Confagricoltura attraverso il Consorzio Confagri Promotion, è dedicato ai mercati interessati al vino italiano per offrire nuove opportunità commerciali.
“Il vino italiano continua ad essere il prodotto agroalimentare più venduto nel mondo, capace di aprirsi a nuovi mercati ed è simbolo della qualità del ‘made in Italy’. Questi appuntamenti d’affari – ha rimarcato Confagricoltura – sono nati proprio per offrire alle nostre aziende nuove opportunità di business”.
Gli Stati Uniti sono un Paese con cui l’Italia vanta storicamente ottimi rapporti commerciali che, negli ultimi anni, si sono ulteriormente rafforzati. Gli Americani hanno una buona cultura del vino e consumi in crescita costante, grazie all’ampiezza della popolazione e all’elevato potere di acquisto dei consumatori. In Canada il consumo di bottiglie tricolore continua a crescere. L’Italia è diventata il terzo fornitore di vino, dopo USA e Francia. Il 41% del vino italiano è diretto in Quebec ($189 milioni) e il 34% in Ontario ($160 milioni). In Messico, nell’ultimo decennio, si è registrato un +8/10% di incremento annuo sul consumo di vino. Le maggiori aree di consumo (75%) sono: Città del Messico, Monterrey, Guadalajara, Queretaro, Cancun e Playa del Carmen.

Archivio immagini di Confagricoltura Cuneo

Written by Confagricoltura Cuneo

Aziende cuneesi del vino hanno incontrato a Roma buyers del Centro-Nord America

C’erano anche tre aziende vitivinicole cuneesi, Cascina Lasagna di Cozzo Mario di Dogliani, Azienda Agricola Soria Matteo di Castiglione Tinella e Cascina Piccaluga di Alba, tra le protagoniste della due giorni di incontri B2B con operatori provenienti Stati Uniti, Canada (Quebec e Ontario) e Messico che si è svolta mercoledì 6 e giovedì 7 giugno a Roma, presso la sede della Confagricoltura a Palazzo della Valle. L’incontro, organizzato da Confagricoltura attraverso il Consorzio Confagri Promotion, è dedicato ai mercati interessati al vino italiano per offrire nuove opportunità commerciali.
“Il vino italiano continua ad essere il prodotto agroalimentare più venduto nel mondo, capace di aprirsi a nuovi mercati ed è simbolo della qualità del ‘made in Italy’. Questi appuntamenti d’affari – ha rimarcato Confagricoltura – sono nati proprio per offrire alle nostre aziende nuove opportunità di business”.
Gli Stati Uniti sono un Paese con cui l’Italia vanta storicamente ottimi rapporti commerciali che, negli ultimi anni, si sono ulteriormente rafforzati. Gli Americani hanno una buona cultura del vino e consumi in crescita costante, grazie all’ampiezza della popolazione e all’elevato potere di acquisto dei consumatori. In Canada il consumo di bottiglie tricolore continua a crescere. L’Italia è diventata il terzo fornitore di vino, dopo USA e Francia. Il 41% del vino italiano è diretto in Quebec ($189 milioni) e il 34% in Ontario ($160 milioni). In Messico, nell’ultimo decennio, si è registrato un +8/10% di incremento annuo sul consumo di vino. Le maggiori aree di consumo (75%) sono: Città del Messico, Monterrey, Guadalajara, Queretaro, Cancun e Playa del Carmen.

Archivio immagini di Confagricoltura Cuneo