Written by Bcc di Pianfei e Rocca de' Baldi

Utile in forte crescita e rafforzamento patrimoniale per la Bcc Pianfei-Rocca

Un bilancio ottimo sia per il risultato economico, con utile di 1 milione e 411mila euro, sia per l’ulteriore rafforzamento patrimoniale netto, che supera i 41,5 milioni a fronte dei 40,9 milioni dell’esercizio 2015 (+600 mila euro). Continua il percorso di crescita costante della Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi che domenica 28 maggio, presso l’Hotel La Ruota di Pianfei, davanti a circa un migliaio di soci, ha presentato e approvato il bilancio 2016 nel corso della tradizionale assemblea ordinaria. Oltre all’approvazione del bilancio, l’assise ha anche espletato le operazioni di rinnovo dei vertici. Il nuovo Consiglio di amministrazione, proclamato eletto risulta così composto: Paolo Blangetti, Giovanni Carlevarino, Giovanni Salvagno, Federica Bagnasco, Alberto Garelli, Fabrizio Longo, Oreste Massimino, Marco Tarditi, Lorenzo Tassone. L’assemblea dei soci – saliti a fine 2016 a 5.786, record storico per l’istituto – ha inoltre dato il proprio placet all’intenzione della banca di aderire al progetto di costituzione del gruppo bancario cooperativo Cassa Centrale Banca di Trento. Sul finire il Cda ha voluto premiare la socia Albertina Soldano (di Frabosa Sottana), per tre mandati sindaco di Frabosa Sottana, per la sua lunga fedeltà alla Banca.     
“La scelta della Cassa Centrale Banca di Trento è dettata da ragioni tecniche di solidità, flessibilità ed efficienza – afferma Paolo Blangetti – ma anche ideologiche: un’affinità di visione che riconosce la centralità delle singole Bcc e dei Soci. Collaboriamo da anni con loro e ne abbiamo imparato ad apprezzare la professionalità ed il dinamismo. Scelta che per altro è stata condivisa con altre 6 Bcc della nostra Federazione; un progetto che ricomprendendo anche la società consortile Servizi Bancari Associati, nasce con tutti i presupposti affinché il nostro territorio ricopra un ruolo di primo piano all’interno del nuovo gruppo”.
“Abbiamo continuato a privilegiare il rapporto con le famiglie e le piccole medie imprese, concentrando tutti gli sforzi per generare valore al fine di creare sviluppo imprenditoriale e sociale – aggiunge Sergio Bongioanni, direttore generale Bcc Pianfei e Rocca de’ Baldi -. Anche per una azienda che non insegue il profitto tra i suoi fini primari, il risultato economico e il rafforzamento patrimoniale conseguito nel 2016 sono condizioni indispensabili per rimanere sul mercato da protagonisti. Iniziamo a cogliere alcuni segnali di ripresa e, a dispetto di un contesto economico ancora problematico ed alla necessità di inseguire una compressione dei costi, guardiamo con fiducia a nuove sfide ed al futuro. Siamo ripartiti nel 2017 con ottimismo, riaprendo la filiale di Albisola Superiore, un’opportunità per crescere ancora”.
Venendo al bilancio 2016, al 31 dicembre 2016 la raccolta totale della Banca si attesta a 588 milioni di euro con un incremento di circa 12 milioni di euro. La raccolta diretta registra, a valori di bilancio, un incremento su base annua dell’1,3%, attestandosi a 384 milioni di euro. La raccolta indiretta, sempre a valori di bilancio, ammonta a 204 milioni di euro. La scomposizione della raccolta indiretta conferma il particolare interesse dimostrato dalla clientela nei confronti dei prodotti del Risparmio Gestito e Assicurativo, con una crescita oltre il 15%. Gli impieghi verso la clientela, nonostante la fase congiunturale poco favorevole, si sono attestati a quota 336 milioni di euro, in crescita del 3,7% rispetto al 2015. In merito alla qualità del credito l’incidenza dei crediti deteriorati lordi sul totale dei crediti si è attestata al 12,3 per cento, contro il 13,2 per cento del 2015. Molto significativo l’aumento del grado di copertura del complesso dei crediti deteriorati di circa 7 punti percentuale, passando dal 40,1% del 2015 al 47% del 2016. Il margine di interesse si attesta a 8,4 milioni di euro, mentre il margine di intermediazione raggiunge i 13,7 milioni di euro. Risultano rafforzati i fondi propri che si attestano a 41,1 milioni di euro con un incremento del 3,3%. Molto rassicuranti i coefficienti prudenziali: infatti il coefficiente di capitale di classe 1 (Tier 1 Capital Ratio) e il coefficiente di capitale totale (Total Capital Ratio) si attestano entrambi al 13,75% contro il 12,68% del 2015.
La Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi conta su una rete di vendita di 13 filiali dislocate nelle province di Cuneo e Savona, e un organico di 80 dipendenti. Nel 2016, anche attraverso l’attività della propria Fondazione, ha contribuito ad elargire al territorio, in beneficenza e sponsorizzazioni, oltre 150 mila euro.

I relatori al tavolo assembleare

Numerosissimi i soci intervenuti all’assemblea 2017  della BccPianfei-Rocca

La consegna della targa di ringraziamento alla socia Albertina Soldano

Archivio immagini di Bcc di Pianfei e Rocca de' Baldi

Written by Bcc di Pianfei e Rocca de' Baldi

Utile in forte crescita e rafforzamento patrimoniale per la Bcc Pianfei-Rocca

Un bilancio ottimo sia per il risultato economico, con utile di 1 milione e 411mila euro, sia per l’ulteriore rafforzamento patrimoniale netto, che supera i 41,5 milioni a fronte dei 40,9 milioni dell’esercizio 2015 (+600 mila euro). Continua il percorso di crescita costante della Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi che domenica 28 maggio, presso l’Hotel La Ruota di Pianfei, davanti a circa un migliaio di soci, ha presentato e approvato il bilancio 2016 nel corso della tradizionale assemblea ordinaria. Oltre all’approvazione del bilancio, l’assise ha anche espletato le operazioni di rinnovo dei vertici. Il nuovo Consiglio di amministrazione, proclamato eletto risulta così composto: Paolo Blangetti, Giovanni Carlevarino, Giovanni Salvagno, Federica Bagnasco, Alberto Garelli, Fabrizio Longo, Oreste Massimino, Marco Tarditi, Lorenzo Tassone. L’assemblea dei soci – saliti a fine 2016 a 5.786, record storico per l’istituto – ha inoltre dato il proprio placet all’intenzione della banca di aderire al progetto di costituzione del gruppo bancario cooperativo Cassa Centrale Banca di Trento. Sul finire il Cda ha voluto premiare la socia Albertina Soldano (di Frabosa Sottana), per tre mandati sindaco di Frabosa Sottana, per la sua lunga fedeltà alla Banca.     
“La scelta della Cassa Centrale Banca di Trento è dettata da ragioni tecniche di solidità, flessibilità ed efficienza – afferma Paolo Blangetti – ma anche ideologiche: un’affinità di visione che riconosce la centralità delle singole Bcc e dei Soci. Collaboriamo da anni con loro e ne abbiamo imparato ad apprezzare la professionalità ed il dinamismo. Scelta che per altro è stata condivisa con altre 6 Bcc della nostra Federazione; un progetto che ricomprendendo anche la società consortile Servizi Bancari Associati, nasce con tutti i presupposti affinché il nostro territorio ricopra un ruolo di primo piano all’interno del nuovo gruppo”.
“Abbiamo continuato a privilegiare il rapporto con le famiglie e le piccole medie imprese, concentrando tutti gli sforzi per generare valore al fine di creare sviluppo imprenditoriale e sociale – aggiunge Sergio Bongioanni, direttore generale Bcc Pianfei e Rocca de’ Baldi -. Anche per una azienda che non insegue il profitto tra i suoi fini primari, il risultato economico e il rafforzamento patrimoniale conseguito nel 2016 sono condizioni indispensabili per rimanere sul mercato da protagonisti. Iniziamo a cogliere alcuni segnali di ripresa e, a dispetto di un contesto economico ancora problematico ed alla necessità di inseguire una compressione dei costi, guardiamo con fiducia a nuove sfide ed al futuro. Siamo ripartiti nel 2017 con ottimismo, riaprendo la filiale di Albisola Superiore, un’opportunità per crescere ancora”.
Venendo al bilancio 2016, al 31 dicembre 2016 la raccolta totale della Banca si attesta a 588 milioni di euro con un incremento di circa 12 milioni di euro. La raccolta diretta registra, a valori di bilancio, un incremento su base annua dell’1,3%, attestandosi a 384 milioni di euro. La raccolta indiretta, sempre a valori di bilancio, ammonta a 204 milioni di euro. La scomposizione della raccolta indiretta conferma il particolare interesse dimostrato dalla clientela nei confronti dei prodotti del Risparmio Gestito e Assicurativo, con una crescita oltre il 15%. Gli impieghi verso la clientela, nonostante la fase congiunturale poco favorevole, si sono attestati a quota 336 milioni di euro, in crescita del 3,7% rispetto al 2015. In merito alla qualità del credito l’incidenza dei crediti deteriorati lordi sul totale dei crediti si è attestata al 12,3 per cento, contro il 13,2 per cento del 2015. Molto significativo l’aumento del grado di copertura del complesso dei crediti deteriorati di circa 7 punti percentuale, passando dal 40,1% del 2015 al 47% del 2016. Il margine di interesse si attesta a 8,4 milioni di euro, mentre il margine di intermediazione raggiunge i 13,7 milioni di euro. Risultano rafforzati i fondi propri che si attestano a 41,1 milioni di euro con un incremento del 3,3%. Molto rassicuranti i coefficienti prudenziali: infatti il coefficiente di capitale di classe 1 (Tier 1 Capital Ratio) e il coefficiente di capitale totale (Total Capital Ratio) si attestano entrambi al 13,75% contro il 12,68% del 2015.
La Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi conta su una rete di vendita di 13 filiali dislocate nelle province di Cuneo e Savona, e un organico di 80 dipendenti. Nel 2016, anche attraverso l’attività della propria Fondazione, ha contribuito ad elargire al territorio, in beneficenza e sponsorizzazioni, oltre 150 mila euro.

I relatori al tavolo assembleare

Numerosissimi i soci intervenuti all’assemblea 2017  della BccPianfei-Rocca

La consegna della targa di ringraziamento alla socia Albertina Soldano

Archivio immagini di Bcc di Pianfei e Rocca de' Baldi