Written by Cespec

La due giorni cuneese ha sancito il successo del workshop ‘Emergenza educativa’ organizzato dal Cespec di Cuneo

La due giorni di lavori di venerdì 27 e sabato 28 gennaio ha decretato il successo di “Emergenza educativa”, il workshop interdisciplinare sull’educazione alla cittadinanza svoltosi presso la sede universitaria e il circolo ‘L Caprissi di Cuneo e organizzato dal Cespec (Centro Studi sul Pensiero Contemporaneo). “Emergenza educativa” è stato realizzato in collaborazione con diverse associazioni culturali del territorio e ha concluso la prima edizione del progetto “Utopia concreta. Democrazia, legami comunitari ed educazione permanente nel confronto tra diversità”.
“L’affluenza è stata molto positiva: i partecipanti hanno frequentato il workshop in maniera attiva e sono stati coinvolti in attività pratiche e teoriche molto partecipate – hanno dichiarato gli organizzatori Roberto Franzini Tibaldeo e Cristina Rebuffo -. Il workshop ha segnato pienamente la chiusura della prima edizione del progetto ‘Utopia concreta’ e fornito un ottimo punto di slancio per la seconda edizione, che avrà luogo durante tutto il 2017”.
Nel pomeriggio di venerdì 27, dopo un’introduzione ai lavori a cura degli organizzatori Roberto Franzini Tibaldeo e Cristina Rebuffo, Félix Garcìa Moryòn (Universidad Autonoma de Madrid) ha coinvolto i partecipanti in una pratica di discussione filosofica e illustrato le caratteristiche fondamentali della “Philosophy for Children”.
La mattinata di sabato 28 è stata dedicata ad alcune testimonianze di adulti coinvolti a vario titolo nel mondo dell’educazione (con le loro interpretazioni del tema dell’emergenza educativa). Successivamente hanno preso la parola tre studiosi dell’Università di Torino, Sara Nosari, Federico Zamengo e Simone Martino, i quali hanno affrontato la questione da un punto di vista pedagogico e sociologico. A conclusione dei lavori è stata proposta una sessione di “Philosophy for Community” durante la quale sono stati discussi i risultati della due-giorni.

Un momento del workshop cuneese in università

Un momento del workshop cuneese

Emergenza Educativa02

La seconda giormata presso il circolo ‘L Caprissi di Cuneo

Archivio immagini di Cespec

Written by Cespec

La due giorni cuneese ha sancito il successo del workshop ‘Emergenza educativa’ organizzato dal Cespec di Cuneo

La due giorni di lavori di venerdì 27 e sabato 28 gennaio ha decretato il successo di “Emergenza educativa”, il workshop interdisciplinare sull’educazione alla cittadinanza svoltosi presso la sede universitaria e il circolo ‘L Caprissi di Cuneo e organizzato dal Cespec (Centro Studi sul Pensiero Contemporaneo). “Emergenza educativa” è stato realizzato in collaborazione con diverse associazioni culturali del territorio e ha concluso la prima edizione del progetto “Utopia concreta. Democrazia, legami comunitari ed educazione permanente nel confronto tra diversità”.
“L’affluenza è stata molto positiva: i partecipanti hanno frequentato il workshop in maniera attiva e sono stati coinvolti in attività pratiche e teoriche molto partecipate – hanno dichiarato gli organizzatori Roberto Franzini Tibaldeo e Cristina Rebuffo -. Il workshop ha segnato pienamente la chiusura della prima edizione del progetto ‘Utopia concreta’ e fornito un ottimo punto di slancio per la seconda edizione, che avrà luogo durante tutto il 2017”.
Nel pomeriggio di venerdì 27, dopo un’introduzione ai lavori a cura degli organizzatori Roberto Franzini Tibaldeo e Cristina Rebuffo, Félix Garcìa Moryòn (Universidad Autonoma de Madrid) ha coinvolto i partecipanti in una pratica di discussione filosofica e illustrato le caratteristiche fondamentali della “Philosophy for Children”.
La mattinata di sabato 28 è stata dedicata ad alcune testimonianze di adulti coinvolti a vario titolo nel mondo dell’educazione (con le loro interpretazioni del tema dell’emergenza educativa). Successivamente hanno preso la parola tre studiosi dell’Università di Torino, Sara Nosari, Federico Zamengo e Simone Martino, i quali hanno affrontato la questione da un punto di vista pedagogico e sociologico. A conclusione dei lavori è stata proposta una sessione di “Philosophy for Community” durante la quale sono stati discussi i risultati della due-giorni.

Un momento del workshop cuneese in università

Un momento del workshop cuneese

Emergenza Educativa02

La seconda giormata presso il circolo ‘L Caprissi di Cuneo

Archivio immagini di Cespec