Written by Banca di Caraglio

EMERGENZA CORONAVIRUS/ Dalla Banca di Caraglio 10 milioni di euro per le imprese di tutti i settori

Mutui fino a 50mila euro, a tasso zero per i primi dodici mesi, per ripartire #piufortidiprima

La sede della banca di Caraglio

La sede della banca di Caraglio

La Banca di Caraglio ha deliberato lo stanziamento di un plafond straordinario di 10 milioni di euro rivolto alle imprese piemontesi e liguri colpite dall’emergenza Coronavirus, operanti nei territori di competenza della banca e di tutti i comparti produttivi. Si tratta di finanziamenti a tasso zero per i primi 12 mesi, dall’importo massimo di 50.000 euro e della durata massima di 5 anni, più uno di preammortamento. Per maggiori informazioni contattare telefonicamente le filiali dell’istituto di credito per un appuntamento.

Nello specifico, i fondi sono destinati a sostenere la liquidità necessaria per affrontare le difficoltà connesse all’emergenza sanitaria. Il richiedente dovrà produrre un’autocertificazione che attesti che lo stato di difficoltà è strettamente legato al calo di fatturato di questo periodo. L’aiuto, sotto forma di mutui chirografari, è rivolto agli operatori di tutti i settori: dall’industria al commercio, dall’artigianato all’agricoltura, fino alle attività dei servizi, professionisti compresi. 

“In un periodo di straordinaria difficoltà per il tessuto produttivo del nostro Paese e dei nostri territori ci è sembrato doveroso e importante dimostrare con questa iniziativa l’effettiva vicinanza della Banca a tutte le imprese – sottolinea Livio Tomatis, presidente della Banca di Caraglio –. Sono fiducioso, infatti, che anche in questa occasione la responsabilità sociale e la capacità di fare squadra, radicate in tutti gli attori economici e professionali, risulteranno decisive per superare questo delicato momento e ripartire più forti di prima”.

“Osserviamo con attenzione l’evolversi della situazione e siamo vicini a chi, in questo momento, ha bisogno di aiuto – aggiunge Giorgio Draperis, direttore generale della Banca di Caraglio –, allo stesso tempo vogliamo tuttavia volgere il nostro sguardo al futuro, animati dal desiderio di contribuire concretamente a ricostruire in fretta quanto perso in queste terribili settimane. Questo plafond straordinario rappresenta la prima di una serie di iniziative che abbiamo allo studio e che saranno accompagnate dall’#piufortidiprima, a dimostrazione dello spirito che le anima”.

Archivio immagini di Banca di Caraglio

Written by Banca di Caraglio

EMERGENZA CORONAVIRUS/ Dalla Banca di Caraglio 10 milioni di euro per le imprese di tutti i settori

Mutui fino a 50mila euro, a tasso zero per i primi dodici mesi, per ripartire #piufortidiprima

La sede della banca di Caraglio

La sede della banca di Caraglio

La Banca di Caraglio ha deliberato lo stanziamento di un plafond straordinario di 10 milioni di euro rivolto alle imprese piemontesi e liguri colpite dall’emergenza Coronavirus, operanti nei territori di competenza della banca e di tutti i comparti produttivi. Si tratta di finanziamenti a tasso zero per i primi 12 mesi, dall’importo massimo di 50.000 euro e della durata massima di 5 anni, più uno di preammortamento. Per maggiori informazioni contattare telefonicamente le filiali dell’istituto di credito per un appuntamento.

Nello specifico, i fondi sono destinati a sostenere la liquidità necessaria per affrontare le difficoltà connesse all’emergenza sanitaria. Il richiedente dovrà produrre un’autocertificazione che attesti che lo stato di difficoltà è strettamente legato al calo di fatturato di questo periodo. L’aiuto, sotto forma di mutui chirografari, è rivolto agli operatori di tutti i settori: dall’industria al commercio, dall’artigianato all’agricoltura, fino alle attività dei servizi, professionisti compresi. 

“In un periodo di straordinaria difficoltà per il tessuto produttivo del nostro Paese e dei nostri territori ci è sembrato doveroso e importante dimostrare con questa iniziativa l’effettiva vicinanza della Banca a tutte le imprese – sottolinea Livio Tomatis, presidente della Banca di Caraglio –. Sono fiducioso, infatti, che anche in questa occasione la responsabilità sociale e la capacità di fare squadra, radicate in tutti gli attori economici e professionali, risulteranno decisive per superare questo delicato momento e ripartire più forti di prima”.

“Osserviamo con attenzione l’evolversi della situazione e siamo vicini a chi, in questo momento, ha bisogno di aiuto – aggiunge Giorgio Draperis, direttore generale della Banca di Caraglio –, allo stesso tempo vogliamo tuttavia volgere il nostro sguardo al futuro, animati dal desiderio di contribuire concretamente a ricostruire in fretta quanto perso in queste terribili settimane. Questo plafond straordinario rappresenta la prima di una serie di iniziative che abbiamo allo studio e che saranno accompagnate dall’#piufortidiprima, a dimostrazione dello spirito che le anima”.

Archivio immagini di Banca di Caraglio