Written by Confindustria Cuneo

Confindustria raddoppia i partecipanti a “Fai la scuola giusta”: quasi 2.000!

Vincitori "Fai la scuola giusta" 2016

L’edizione 2016 di “Fai la scuola giusta” è stata vinta da una squadra di Cuneo

Partecipanti quasi raddoppiati e un successo decretato dai diretti protagonisti: i ragazzi di terza media alle prese con la scelta della scuola superiore. L’ “X-Talent School”, il gioco-spettacolo del progetto di orientamento scolastico “Fai la scuola giusta”, promosso dalla Sezione Meccanica e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Cuneo, ha centrato l’obiettivo. La classifica finale ha visto salire sul gradino più alto del podio, come già l’anno scorso, gli studenti di Cuneo (66 punti), seguiti da quelli di Mondovì (secondi con 53 punti) e da quelli di Bra (terzi con 47 punti). Ma a vincere veramente è stata ancora una volta l’idea che da sempre ispira il progetto di orientamento scolastico ideato dalla Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo: aiutare i ragazzi di terza Media a scegliere in modo consapevole la scuola superiore che li formerà per il futuro. Non per nulla la risposta è stata da record: quasi 2.000 studenti, oltre a genitori e insegnanti, hanno partecipato al tour nei teatri delle 7 città sorelle della Granda.
“Il numero dei ragazzi che ha partecipato al tour è arrivato a quasi 2.000 con un incremento incredibile rispetto a quello già alto dell’anno scorso che era stato di oltre 1.000 studenti – ha commentato Domenico Annibale, presidente della Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo e ideatore del progetto -. Attraverso la formula del talent show, abbiamo voluto dare ai ragazzi, e alle loro famiglie, tutti gli strumenti e le informazioni utili (percorsi scolastici in provincia di Cuneo e situazione reale del mercato del lavoro locale) per fare la scelta giusta”.
Ogni sera, tra le centinaia di studenti presenti in sala, sono stati scelti con un quiz a cui bisognava rispondere con un “sms”, 12 concorrenti. Saliti sul palco, tra luci, effetti speciali e musica d’atmosfera, sono stati divisi dai presentatori-attori di Teatroeducativo.it in 3 squadre (una rossa, una gialla e una verde) e si sono sfidati in prove incentrate sull’orientamento scolastico e sul mercato del lavoro. Nel corso di ciascuna puntata, il Centro studi di Confindustria Cuneo ha presentato dati e informazioni sui percorsi formativi presenti in provincia di Cuneo e sul mercato del lavoro, il cui tasso di disoccupazione giovanile resta preoccupante: 40,3% in Italia, 17,1% in provincia di Cuneo, mentre le aziende faticano a trovare tecnici preparati: in Granda ne mancano quasi 3.500.
“Siamo soddisfatti perché la risposta di ragazzi, genitori e insegnanti è stata entusiasta – afferma Giuliana Cirio, direttore di Confindustria Cuneo che, sera dopo sera, ha accolto i ragazzi in sala e sul palco a nome della casa delle industrie cuneesi -. Ai ragazzi e alle loro famiglie abbiamo sottolineato l’importanza di dare un’occhiata al mondo del lavoro prima d’intraprendere un qualsiasi percorso scolastico”.
Tra le tante prove alle quali sono stati sottoposti i concorrenti anche “Che storia”: sette diversi imprenditori si sono raccontati e i ragazzi hanno risposto ad alcune domande sulla loro avventura imprenditoriale.
A giudicare le diverse prove è stata una giuria composta da capitani d’industria e insegnanti. I giovani imprenditori hanno dato agli studenti consigli utili per affrontare la prima scelta importante della vita. “Da sempre sosteniamo i progetti scolastici – spiega Enrico Galleano, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori -, perché, come ha sancito la legge sulla ‘Buona scuola’, crediamo nell’importanza del legame tra scuola e lavoro”.
Al termine di ogni serata tutti i concorrenti sono tornati a casa con uno skipass per “Sciare in Granda” sulle montagne cuneesi offerto da “Cuneo Neve”, un partecipante tra gli spettatori ha vinto una stampante regalata da “Informatica System”, mentre alla squadra vincitrice sono andati un trofeo de “Il Podio Sport” e le medaglie con nastro tricolore.
Il progetto è stato realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Cuneo e ha il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Provveditorato agli Studi e dei Comuni di Alba, Bra, Cuneo, Fossano, Mondovì, Saluzzo e Savigliano, oltre al sostegno di numerose aziende locali, tra cui quattro main sponsor (Abrigo spa, AFP Azienda Formazione Professionale Dronero Cuneo Verzuolo, Bottero spa e Cuneo Neve) e sei sponsor  (Alpitel spa, Conceria di Cuneo srl, Epf Elettrotecnica srl, Ferwood srl, Il Podio Sport srl e Informatica System srl). Media partner “La Stampa”. Sul sito Internet www.uicuneo.it è possibile scaricare i grafici e i dati elaborati e presentati, durante il road show, dal Centro studi di Confindustria Cuneo.

Archivio immagini di Confindustria Cuneo

Written by Confindustria Cuneo

Confindustria raddoppia i partecipanti a “Fai la scuola giusta”: quasi 2.000!

Vincitori "Fai la scuola giusta" 2016

L’edizione 2016 di “Fai la scuola giusta” è stata vinta da una squadra di Cuneo

Partecipanti quasi raddoppiati e un successo decretato dai diretti protagonisti: i ragazzi di terza media alle prese con la scelta della scuola superiore. L’ “X-Talent School”, il gioco-spettacolo del progetto di orientamento scolastico “Fai la scuola giusta”, promosso dalla Sezione Meccanica e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Cuneo, ha centrato l’obiettivo. La classifica finale ha visto salire sul gradino più alto del podio, come già l’anno scorso, gli studenti di Cuneo (66 punti), seguiti da quelli di Mondovì (secondi con 53 punti) e da quelli di Bra (terzi con 47 punti). Ma a vincere veramente è stata ancora una volta l’idea che da sempre ispira il progetto di orientamento scolastico ideato dalla Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo: aiutare i ragazzi di terza Media a scegliere in modo consapevole la scuola superiore che li formerà per il futuro. Non per nulla la risposta è stata da record: quasi 2.000 studenti, oltre a genitori e insegnanti, hanno partecipato al tour nei teatri delle 7 città sorelle della Granda.
“Il numero dei ragazzi che ha partecipato al tour è arrivato a quasi 2.000 con un incremento incredibile rispetto a quello già alto dell’anno scorso che era stato di oltre 1.000 studenti – ha commentato Domenico Annibale, presidente della Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo e ideatore del progetto -. Attraverso la formula del talent show, abbiamo voluto dare ai ragazzi, e alle loro famiglie, tutti gli strumenti e le informazioni utili (percorsi scolastici in provincia di Cuneo e situazione reale del mercato del lavoro locale) per fare la scelta giusta”.
Ogni sera, tra le centinaia di studenti presenti in sala, sono stati scelti con un quiz a cui bisognava rispondere con un “sms”, 12 concorrenti. Saliti sul palco, tra luci, effetti speciali e musica d’atmosfera, sono stati divisi dai presentatori-attori di Teatroeducativo.it in 3 squadre (una rossa, una gialla e una verde) e si sono sfidati in prove incentrate sull’orientamento scolastico e sul mercato del lavoro. Nel corso di ciascuna puntata, il Centro studi di Confindustria Cuneo ha presentato dati e informazioni sui percorsi formativi presenti in provincia di Cuneo e sul mercato del lavoro, il cui tasso di disoccupazione giovanile resta preoccupante: 40,3% in Italia, 17,1% in provincia di Cuneo, mentre le aziende faticano a trovare tecnici preparati: in Granda ne mancano quasi 3.500.
“Siamo soddisfatti perché la risposta di ragazzi, genitori e insegnanti è stata entusiasta – afferma Giuliana Cirio, direttore di Confindustria Cuneo che, sera dopo sera, ha accolto i ragazzi in sala e sul palco a nome della casa delle industrie cuneesi -. Ai ragazzi e alle loro famiglie abbiamo sottolineato l’importanza di dare un’occhiata al mondo del lavoro prima d’intraprendere un qualsiasi percorso scolastico”.
Tra le tante prove alle quali sono stati sottoposti i concorrenti anche “Che storia”: sette diversi imprenditori si sono raccontati e i ragazzi hanno risposto ad alcune domande sulla loro avventura imprenditoriale.
A giudicare le diverse prove è stata una giuria composta da capitani d’industria e insegnanti. I giovani imprenditori hanno dato agli studenti consigli utili per affrontare la prima scelta importante della vita. “Da sempre sosteniamo i progetti scolastici – spiega Enrico Galleano, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori -, perché, come ha sancito la legge sulla ‘Buona scuola’, crediamo nell’importanza del legame tra scuola e lavoro”.
Al termine di ogni serata tutti i concorrenti sono tornati a casa con uno skipass per “Sciare in Granda” sulle montagne cuneesi offerto da “Cuneo Neve”, un partecipante tra gli spettatori ha vinto una stampante regalata da “Informatica System”, mentre alla squadra vincitrice sono andati un trofeo de “Il Podio Sport” e le medaglie con nastro tricolore.
Il progetto è stato realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Cuneo e ha il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Provveditorato agli Studi e dei Comuni di Alba, Bra, Cuneo, Fossano, Mondovì, Saluzzo e Savigliano, oltre al sostegno di numerose aziende locali, tra cui quattro main sponsor (Abrigo spa, AFP Azienda Formazione Professionale Dronero Cuneo Verzuolo, Bottero spa e Cuneo Neve) e sei sponsor  (Alpitel spa, Conceria di Cuneo srl, Epf Elettrotecnica srl, Ferwood srl, Il Podio Sport srl e Informatica System srl). Media partner “La Stampa”. Sul sito Internet www.uicuneo.it è possibile scaricare i grafici e i dati elaborati e presentati, durante il road show, dal Centro studi di Confindustria Cuneo.

Archivio immagini di Confindustria Cuneo