Written by AIL Cuneo

Le Stelle di Natale dell’Ail tornano protagoniste in oltre 180 piazze di tutta la provincia di Cuneo

Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 dicembre sono oltre 400 i volontari impegnati nella ricerca di fondi per sostenere i progetti per combattere i tumori del sangue, aiutare i malati e le loro famiglie

Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 dicembre, in oltre 180 piazze della provincia di Cuneo, tornano le Stelle di Natale dell’Ail, una manifestazione di respiro nazionale nata esattamente trent’anni fa (nel 1989) con l’obiettivo di sostenere i progetti per combattere i tumori del sangue, aiutare i malati e le loro famiglie e grazie alla quale l’associazione ha in questi anni ha venduto 14 milioni e mezzo di piantine e raccolto 163 milioni di euro. Un’iniziativa resa ogni anno possibile grazie al fondamentale impegno di migliaia di volontari che per un intero week end, in circa 5.000 piazze italiane, a fronte di un contributo minimo associativo (uguale su tutto il territorio nazionale) di 12 euro offrono a chi lo desidera le coloratissime e festose Stelle di Natale, divenute ormai un simbolo dell’associazione. L’elenco completo di tutte le piazze della provincia di Cuneo in cui sono presenti i 400 volontari dell’Ail Cuneo Sezione “Paolo Rubino” è pubblicato sul sito Internet www.ail.cuneo.it .

“È per certi versi inutile sottolineare il fatto che arriviamo a questo appuntamento con le Stelle di Natale con un’emozione particolare–commenta Elsa Morra, presidente dell’Ail Cuneo Sezione “Paolo Rubino” con nel cuore le emozioni, negli occhi i visi e nelle orecchie le parole di tutte le meravigliose persone che abbiamo incontrato in questo 2019 in cui abbiamo toccato ogni angolo della nostra provincia per festeggiare i primi vent’anni di attività della nostra associazione. Abbiamo percorso un lungo tratto di strada, ma davanti ne abbiamo ancora tanta da fare così il mio appello resta sempre il medesimo: venite ai nostri banchetti non soltanto perché attratti dal bellissimo e festoso simbolo Stelle di Natale, ma per fare sì che le malattie del sangue siano ogni giorno più curabili e che malati e familiari abbiano una qualità di vita sempre migliore”. Insieme alle Stelle sarà gratuitamente distribuito un giornalino che riassume tutte le iniziative di questo compleanno speciale.

L’Ail di Cuneo, che anche in questa occasione vuole rimarcare orgogliosamente la propria territorialità acquistando le Stelle di Natale da due aziende locali, “GM Flor” di Fossano e “La viola” di Cherasco, ha deciso di destinare il ricavato dell’iniziativa ad un obiettivo ben preciso ovvero il miglioramento del flusso di lavoro nel “Day Hospital” dell’Ematologia di Cuneo, un nodo dell’attività  di reparto strategicamente molto importante ed allo stesso tempo particolarmente delicato perché coinvolge un elevatissimo numero di persone. Un obiettivo particolarmente ambizioso che, come gli altri, punta sempre al benessere dei malati ma passando attraverso la qualità del lavoro del personale che si prende cura di loro. Per parafrasare lo slogan dell’iniziativa, “Ogni malato di leucemia ha la sua buona stella. Ma anche chi lo cura ce l’ha”.

NOTE A MARGINE

Per chi non può venire in piazza
Non potete venire in piazza?
Non perdete comunque l’occasione di sostenerci: contattateci per il vostro ordine e ci accorderemo per il ritiro o la consegna. In questo caso potete anche prenotare le Stelle di Natale e pagare comodamente con bonifico bancario o bollettino postale, così da usufruire dei benefici fiscali per le donazioni alle associazioni di volontariato.

Vi recate nel reparto di Ematologia?
Possiamo anche portarvele direttamente lì durante l’attesa per le visite e le terapie.

Siete titolari di un’azienda?
Potete scegliere di sostenere i nostri progetti e le nostre attività e donare Stelle di Natale solidali a dipendenti e clienti.

Siete titolari di un piccolo esercizio (ufficio, negozio, bar, laboratorio artigiano…)?
Potete ospitare una o più scatole nei vostri locali e proporre le Stelle di Natale ai vostri clienti. Con un piccolo atto di disponibilità, anche il mondo commerciale si può coinvolgere attivamente nella lotta alle leucemie.

È una donazione, non una vendita.
L’Ail non vende le Stelle di Natale, ma le offre al pubblico in cambio di un contributo minimo fissato a livello nazionale e non trattabile. Tale contributo non corrisponde al valore commerciale dei prodotti, che quindi non possono considerarsi “concorrenziali”. In ogni caso si cerca di collocare i banchetti in postazioni che non arrechino disturbo ai commercianti.

L’offerta in contanti non è deducibile nella denuncia dei redditi.
Per poter usufruire dei benefici fiscali in sede di dichiarazione dei redditi (deduzione/detrazione), la somma deve essere versata con modalità “tracciabili” (bonifico bancario, bollettino postale, assegno). Se la chiedete, possiamo darvi una ricevuta che serve solo per certificare che avete aderito all’iniziativa solidale ma non ha alcun valore fiscale. La ricevuta inoltre non è obbligatoria: la legge prevede solo che l’associazione rediga, al di là del bilancio di esercizio, un rendiconto apposito e separato da cui devono risultare le entrate e le spese relative alle campagne di sensibilizzazione realizzate.

I volontari e le piazze non sono pagati.
I nostri collaboratori presenti sulle piazze sono muniti di tessera e/o pettorale di riconoscimento che li identifica come volontari: non percepiscono alcun compenso a qualunque titolo per l’attività svolta. I punti di distribuzione, siano essi su suolo pubblico che su spazi privati, sono allestiti gratuitamente e previa regolare autorizzazione.

Archivio immagini di AIL Cuneo

Written by AIL Cuneo

Le Stelle di Natale dell’Ail tornano protagoniste in oltre 180 piazze di tutta la provincia di Cuneo

Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 dicembre sono oltre 400 i volontari impegnati nella ricerca di fondi per sostenere i progetti per combattere i tumori del sangue, aiutare i malati e le loro famiglie

Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 dicembre, in oltre 180 piazze della provincia di Cuneo, tornano le Stelle di Natale dell’Ail, una manifestazione di respiro nazionale nata esattamente trent’anni fa (nel 1989) con l’obiettivo di sostenere i progetti per combattere i tumori del sangue, aiutare i malati e le loro famiglie e grazie alla quale l’associazione ha in questi anni ha venduto 14 milioni e mezzo di piantine e raccolto 163 milioni di euro. Un’iniziativa resa ogni anno possibile grazie al fondamentale impegno di migliaia di volontari che per un intero week end, in circa 5.000 piazze italiane, a fronte di un contributo minimo associativo (uguale su tutto il territorio nazionale) di 12 euro offrono a chi lo desidera le coloratissime e festose Stelle di Natale, divenute ormai un simbolo dell’associazione. L’elenco completo di tutte le piazze della provincia di Cuneo in cui sono presenti i 400 volontari dell’Ail Cuneo Sezione “Paolo Rubino” è pubblicato sul sito Internet www.ail.cuneo.it .

“È per certi versi inutile sottolineare il fatto che arriviamo a questo appuntamento con le Stelle di Natale con un’emozione particolare–commenta Elsa Morra, presidente dell’Ail Cuneo Sezione “Paolo Rubino” con nel cuore le emozioni, negli occhi i visi e nelle orecchie le parole di tutte le meravigliose persone che abbiamo incontrato in questo 2019 in cui abbiamo toccato ogni angolo della nostra provincia per festeggiare i primi vent’anni di attività della nostra associazione. Abbiamo percorso un lungo tratto di strada, ma davanti ne abbiamo ancora tanta da fare così il mio appello resta sempre il medesimo: venite ai nostri banchetti non soltanto perché attratti dal bellissimo e festoso simbolo Stelle di Natale, ma per fare sì che le malattie del sangue siano ogni giorno più curabili e che malati e familiari abbiano una qualità di vita sempre migliore”. Insieme alle Stelle sarà gratuitamente distribuito un giornalino che riassume tutte le iniziative di questo compleanno speciale.

L’Ail di Cuneo, che anche in questa occasione vuole rimarcare orgogliosamente la propria territorialità acquistando le Stelle di Natale da due aziende locali, “GM Flor” di Fossano e “La viola” di Cherasco, ha deciso di destinare il ricavato dell’iniziativa ad un obiettivo ben preciso ovvero il miglioramento del flusso di lavoro nel “Day Hospital” dell’Ematologia di Cuneo, un nodo dell’attività  di reparto strategicamente molto importante ed allo stesso tempo particolarmente delicato perché coinvolge un elevatissimo numero di persone. Un obiettivo particolarmente ambizioso che, come gli altri, punta sempre al benessere dei malati ma passando attraverso la qualità del lavoro del personale che si prende cura di loro. Per parafrasare lo slogan dell’iniziativa, “Ogni malato di leucemia ha la sua buona stella. Ma anche chi lo cura ce l’ha”.

NOTE A MARGINE

Per chi non può venire in piazza
Non potete venire in piazza?
Non perdete comunque l’occasione di sostenerci: contattateci per il vostro ordine e ci accorderemo per il ritiro o la consegna. In questo caso potete anche prenotare le Stelle di Natale e pagare comodamente con bonifico bancario o bollettino postale, così da usufruire dei benefici fiscali per le donazioni alle associazioni di volontariato.

Vi recate nel reparto di Ematologia?
Possiamo anche portarvele direttamente lì durante l’attesa per le visite e le terapie.

Siete titolari di un’azienda?
Potete scegliere di sostenere i nostri progetti e le nostre attività e donare Stelle di Natale solidali a dipendenti e clienti.

Siete titolari di un piccolo esercizio (ufficio, negozio, bar, laboratorio artigiano…)?
Potete ospitare una o più scatole nei vostri locali e proporre le Stelle di Natale ai vostri clienti. Con un piccolo atto di disponibilità, anche il mondo commerciale si può coinvolgere attivamente nella lotta alle leucemie.

È una donazione, non una vendita.
L’Ail non vende le Stelle di Natale, ma le offre al pubblico in cambio di un contributo minimo fissato a livello nazionale e non trattabile. Tale contributo non corrisponde al valore commerciale dei prodotti, che quindi non possono considerarsi “concorrenziali”. In ogni caso si cerca di collocare i banchetti in postazioni che non arrechino disturbo ai commercianti.

L’offerta in contanti non è deducibile nella denuncia dei redditi.
Per poter usufruire dei benefici fiscali in sede di dichiarazione dei redditi (deduzione/detrazione), la somma deve essere versata con modalità “tracciabili” (bonifico bancario, bollettino postale, assegno). Se la chiedete, possiamo darvi una ricevuta che serve solo per certificare che avete aderito all’iniziativa solidale ma non ha alcun valore fiscale. La ricevuta inoltre non è obbligatoria: la legge prevede solo che l’associazione rediga, al di là del bilancio di esercizio, un rendiconto apposito e separato da cui devono risultare le entrate e le spese relative alle campagne di sensibilizzazione realizzate.

I volontari e le piazze non sono pagati.
I nostri collaboratori presenti sulle piazze sono muniti di tessera e/o pettorale di riconoscimento che li identifica come volontari: non percepiscono alcun compenso a qualunque titolo per l’attività svolta. I punti di distribuzione, siano essi su suolo pubblico che su spazi privati, sono allestiti gratuitamente e previa regolare autorizzazione.

Archivio immagini di AIL Cuneo