Written by Maina

Maina si prepara al traguardo di 6 milioni di colombe, +15% rispetto al 2014

Anche quest’anno sarà una Pasqua decisamente dolce per Maina. A pochi giorni ormai dalla festività del prossimo 5 aprile, nell’azienda di Fossano è tempo di primi bilanci, con dati più che incoraggianti: pur essendo questi i giorni decisivi per l’esito finale della campagna, infatti, sono già oltre 800mila i prodotti sfornati in più rispetto al 2014, per un portafoglio ordini che supera abbondantemente quello dello scorso anno. Numeri che inducono l’azienda, leader in Italia nella produzione di lievitati da ricorrenza, a stimare una produzione finale di 6 milioni di colombe (+15% rispetto al 2014), traguardo mai raggiunto prima d’ora.
“Non sono dati casuali, ma rispecchiano un trend di crescita che è stato costante negli ultimi anni, frutto di una continua e meticolosa cura del prodotto e della sua qualità – precisa Marco Brandani, amministratore delegato di Maina -. È questa la strada maestra che stiamo seguendo nel nostro processo di sviluppo aziendale: migliorare sempre i prodotti, sia dal punto di vista organolettico, sia sotto il profilo degli ingredienti utilizzati. Proprio il continuo miglioramento delle ricette dei nostri dolci, infatti, è alla base dei buoni risultati raggiunti e lo sarà anche in futuro”.
A fare la parte del leone nelle vendite pasquali sono soprattutto i prodotti ‘classici’, con la Colomba Gran Nocciolata in primis, prodotto di punta della Maina, ma molto buona è anche la performance delle colombe ‘farcite’ (+20% sul 2014). In crescita rispetto al 2014 (+10%), anche i volumi delle uova Gran Nocciolato, prodotti di alta gamma che uniscono il miglior cioccolato con le nocciole IGP del Piemonte e che quest’anno sono arricchite dalla nuova collaborazione con il tour operator “Eledofe”, che permette a tutti i consumatori di andare in vacanza in 2 al prezzo di 1 e di partecipare al concorso per vincere 5 weekend in una capitale europea a scelta.
“I giorni che ancora ci separano dalla Pasqua sono come sempre i più decisivi per la campagna – riprende Brandani –, ma ci sono elementi che lasciano ben sperare: dai commenti soddisfatti degli operatori del settore, al clima non particolarmente caldo dei giorni scorsi che sostiene le vendite delle uova, prima, e delle colombe, poi”.
È con queste note beneauguranti che Maina guarda con fiducia al futuro e può concentrarsi sui lavori che dalla scorsa primavera stanno interessando lo stabilimento produttivo. “Abbiamo intrapreso un consistente piano di investimenti orientato al potenziamento e all’espansione della gamma dei nostri prodotti, che nei prossimi mesi vedrà già un suo primo importante traguardo con il completamento dell’area amministrativa e dedicata agli uffici strategici – dichiara a questo proposito Marco Brandani -. Un intervento che, oltre ad essere funzionale, sarà visivamente anche originale e affascinante, proprio come i nostri prodotti. Venendo invece agli investimenti industriali, siamo oggi impegnati nella prima fase dei lavori, ma già si può apprezzare l’elevato grado di tecnologia ed automazione introdotti negli ambienti operativi”. Il piano di investimenti, per un importo complessivo di oltre 20 milioni di euro, prevede infatti diversi step, per completare definitivamente gli interventi previsti nell’arco dei prossimi anni. “Questo testimonia – conclude Brandani- la nostra ferma intenzione di impegnare tutte le risorse umane e finanziarie disponibili allo sviluppo della nostra azienda e alla costruzione del nostro futuro”.

Archivio immagini di Maina

Written by Maina

Maina si prepara al traguardo di 6 milioni di colombe, +15% rispetto al 2014

Anche quest’anno sarà una Pasqua decisamente dolce per Maina. A pochi giorni ormai dalla festività del prossimo 5 aprile, nell’azienda di Fossano è tempo di primi bilanci, con dati più che incoraggianti: pur essendo questi i giorni decisivi per l’esito finale della campagna, infatti, sono già oltre 800mila i prodotti sfornati in più rispetto al 2014, per un portafoglio ordini che supera abbondantemente quello dello scorso anno. Numeri che inducono l’azienda, leader in Italia nella produzione di lievitati da ricorrenza, a stimare una produzione finale di 6 milioni di colombe (+15% rispetto al 2014), traguardo mai raggiunto prima d’ora.
“Non sono dati casuali, ma rispecchiano un trend di crescita che è stato costante negli ultimi anni, frutto di una continua e meticolosa cura del prodotto e della sua qualità – precisa Marco Brandani, amministratore delegato di Maina -. È questa la strada maestra che stiamo seguendo nel nostro processo di sviluppo aziendale: migliorare sempre i prodotti, sia dal punto di vista organolettico, sia sotto il profilo degli ingredienti utilizzati. Proprio il continuo miglioramento delle ricette dei nostri dolci, infatti, è alla base dei buoni risultati raggiunti e lo sarà anche in futuro”.
A fare la parte del leone nelle vendite pasquali sono soprattutto i prodotti ‘classici’, con la Colomba Gran Nocciolata in primis, prodotto di punta della Maina, ma molto buona è anche la performance delle colombe ‘farcite’ (+20% sul 2014). In crescita rispetto al 2014 (+10%), anche i volumi delle uova Gran Nocciolato, prodotti di alta gamma che uniscono il miglior cioccolato con le nocciole IGP del Piemonte e che quest’anno sono arricchite dalla nuova collaborazione con il tour operator “Eledofe”, che permette a tutti i consumatori di andare in vacanza in 2 al prezzo di 1 e di partecipare al concorso per vincere 5 weekend in una capitale europea a scelta.
“I giorni che ancora ci separano dalla Pasqua sono come sempre i più decisivi per la campagna – riprende Brandani –, ma ci sono elementi che lasciano ben sperare: dai commenti soddisfatti degli operatori del settore, al clima non particolarmente caldo dei giorni scorsi che sostiene le vendite delle uova, prima, e delle colombe, poi”.
È con queste note beneauguranti che Maina guarda con fiducia al futuro e può concentrarsi sui lavori che dalla scorsa primavera stanno interessando lo stabilimento produttivo. “Abbiamo intrapreso un consistente piano di investimenti orientato al potenziamento e all’espansione della gamma dei nostri prodotti, che nei prossimi mesi vedrà già un suo primo importante traguardo con il completamento dell’area amministrativa e dedicata agli uffici strategici – dichiara a questo proposito Marco Brandani -. Un intervento che, oltre ad essere funzionale, sarà visivamente anche originale e affascinante, proprio come i nostri prodotti. Venendo invece agli investimenti industriali, siamo oggi impegnati nella prima fase dei lavori, ma già si può apprezzare l’elevato grado di tecnologia ed automazione introdotti negli ambienti operativi”. Il piano di investimenti, per un importo complessivo di oltre 20 milioni di euro, prevede infatti diversi step, per completare definitivamente gli interventi previsti nell’arco dei prossimi anni. “Questo testimonia – conclude Brandani- la nostra ferma intenzione di impegnare tutte le risorse umane e finanziarie disponibili allo sviluppo della nostra azienda e alla costruzione del nostro futuro”.

Archivio immagini di Maina