Written by Confagricoltura Cuneo

Proroga del bando reti antigrandine al 7 maggio, accolta la richiesta di Confagricoltura

Dopo la richiesta della Confagricoltura di Cuneo, la Regione Piemonte ha concesso una seconda proroga, a lunedì 7 maggio, della scadenza per presentare le domande di contributo per l’installazione delle reti antigrandine. Il lungo periodo di maltempo, terminato solo qualche giorno fa, non ha permesso infatti alle aziende di mettere a dimora le piante entro il termine del 23 aprile previsto dal bando del Psr, dopo una prima proroga.
“Siamo soddisfatti che la Regione abbia accolto la nostra richiesta – spiega Marco Bruna, direttore della Confagricoltura zona di Saluzzo e Savigliano –; le avverse condizione climatiche delle scorse settimane, con giornate intere di pioggia, non hanno infatti concesso agli agricoltori di poter procedere con la piantumazione dei frutteti e di conseguenza presentare la domanda. Il bando prevede, infatti, che per poter presentare richiesta di contributo le piante debbano essere già messe a dimora. Questa operazione, inoltre, sta interessando molte realtà agricole cuneesi impegnate in un importante ricambio colturale soprattutto in alcune aree della nostra provincia”.

Archivio immagini di Confagricoltura Cuneo

Written by Confagricoltura Cuneo

Proroga del bando reti antigrandine al 7 maggio, accolta la richiesta di Confagricoltura

Dopo la richiesta della Confagricoltura di Cuneo, la Regione Piemonte ha concesso una seconda proroga, a lunedì 7 maggio, della scadenza per presentare le domande di contributo per l’installazione delle reti antigrandine. Il lungo periodo di maltempo, terminato solo qualche giorno fa, non ha permesso infatti alle aziende di mettere a dimora le piante entro il termine del 23 aprile previsto dal bando del Psr, dopo una prima proroga.
“Siamo soddisfatti che la Regione abbia accolto la nostra richiesta – spiega Marco Bruna, direttore della Confagricoltura zona di Saluzzo e Savigliano –; le avverse condizione climatiche delle scorse settimane, con giornate intere di pioggia, non hanno infatti concesso agli agricoltori di poter procedere con la piantumazione dei frutteti e di conseguenza presentare la domanda. Il bando prevede, infatti, che per poter presentare richiesta di contributo le piante debbano essere già messe a dimora. Questa operazione, inoltre, sta interessando molte realtà agricole cuneesi impegnate in un importante ricambio colturale soprattutto in alcune aree della nostra provincia”.

Archivio immagini di Confagricoltura Cuneo