Written by Aci Cuneo

Venti alunni delle scuole primarie a lezione di sicurezza stradale con l’Aci Cuneo

Venti alunni della classe IE della scuola primaria Bernard Damiano di San Rocco Castagnaretta (Cuneo) hanno preso parte stamane -lunedì 6 maggio, ndr – ad una lezione di educazione stradale promossa dall’Automobile Club Cuneo presso la sede provinciale di piazza Europa. Gli alunni, accompagnati dai loro insegnanti, si sono cimentati con il modulo “TrasportACI Sicuri”, la campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale promossa da Aci con l’obiettivo di informare e dare suggerimenti a bambini e adulti sui comportamenti corretti per il trasporto dei più piccoli in automobile, a cominciare dalla scelta giusta del seggiolino ed al suo corretto utilizzo.
“Da diversi anni il nostro Automobile Club – afferma il direttore dell’Automobile Club Cuneo, Giuseppe De Masi -, propone questa campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale per i bambini. “TrasportACI Sicuri” si propone come finalità generale quella di contribuire, attraverso l’educazione alla sicurezza stradale, al processo di formazione dei più giovani, nell’esigenza di attivare una conoscenza dei principi della sicurezza sulla strada, con particolare riguardo alle norme di comportamento degli utenti, stimolando la curiosità dei bambini per le principali regole ed interagendo con le loro dirette esperienze, al fine di modificare conoscenze errate e comportamenti inadeguati e contrari ad un uso sicuro della strada”.
I venti bambini che hanno preso parte alla lezione frontale, tenuta dal direttore dell’Automobile Club Cuneo, Giuseppe De Masi, hanno potuto apprendere nell’ambito delle ore di educazione alla cittadinanza portate avanti in ambiente scolastico, come si sistema la cintura di sicurezza, quali sono i seggiolini loro adatti in base all’altezza, ma soprattutto quali sono i comportamenti errati e da debellare quando si sale in automobile.
“I bambini, in caso di incidente, sono più esposti degli adulti al rischio di traumi e lesioni – commenta il direttore De Masi -. Eppure, mentre aumentano gli adulti che indossano le cinture di sicurezza, in Europa gli incidenti stradali causano ogni anno, tra i minorenni, più di 1.300 morti: di questi oltre 700 hanno meno di 15 anni. In Italia, i dati Aci-Istat dicono che nel 2017, 25 bambini tra 0 e 9 anni sono deceduti in auto e più di 6.000 sono rimasti feriti”.
Al termine dell’incontro, ogni bambino ha ricevuto materiale didattico che tiene conto delle diverse capacità di apprendimento e contenente numerose attività di gioco con fini educativi, sempre sul tema della sicurezza stradale.
SCARICA COMUNICATO IN WORD E FOTO

Un momento della lezione tenuta dal direttore dell’Aci Cuneo, Giuseppe De Masi

Il direttore dell’Aci Cuneo, Giuseppe De Masi, ha fornito utili consigli ai bambini

Gli alunni sono stati accompagnati dai rispettivi insegnanti

Gli alunni che hanno preso parte alla lezione in Aci Cuneo

Archivio immagini di Aci Cuneo

Written by Aci Cuneo

Venti alunni delle scuole primarie a lezione di sicurezza stradale con l’Aci Cuneo

Venti alunni della classe IE della scuola primaria Bernard Damiano di San Rocco Castagnaretta (Cuneo) hanno preso parte stamane -lunedì 6 maggio, ndr – ad una lezione di educazione stradale promossa dall’Automobile Club Cuneo presso la sede provinciale di piazza Europa. Gli alunni, accompagnati dai loro insegnanti, si sono cimentati con il modulo “TrasportACI Sicuri”, la campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale promossa da Aci con l’obiettivo di informare e dare suggerimenti a bambini e adulti sui comportamenti corretti per il trasporto dei più piccoli in automobile, a cominciare dalla scelta giusta del seggiolino ed al suo corretto utilizzo.
“Da diversi anni il nostro Automobile Club – afferma il direttore dell’Automobile Club Cuneo, Giuseppe De Masi -, propone questa campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale per i bambini. “TrasportACI Sicuri” si propone come finalità generale quella di contribuire, attraverso l’educazione alla sicurezza stradale, al processo di formazione dei più giovani, nell’esigenza di attivare una conoscenza dei principi della sicurezza sulla strada, con particolare riguardo alle norme di comportamento degli utenti, stimolando la curiosità dei bambini per le principali regole ed interagendo con le loro dirette esperienze, al fine di modificare conoscenze errate e comportamenti inadeguati e contrari ad un uso sicuro della strada”.
I venti bambini che hanno preso parte alla lezione frontale, tenuta dal direttore dell’Automobile Club Cuneo, Giuseppe De Masi, hanno potuto apprendere nell’ambito delle ore di educazione alla cittadinanza portate avanti in ambiente scolastico, come si sistema la cintura di sicurezza, quali sono i seggiolini loro adatti in base all’altezza, ma soprattutto quali sono i comportamenti errati e da debellare quando si sale in automobile.
“I bambini, in caso di incidente, sono più esposti degli adulti al rischio di traumi e lesioni – commenta il direttore De Masi -. Eppure, mentre aumentano gli adulti che indossano le cinture di sicurezza, in Europa gli incidenti stradali causano ogni anno, tra i minorenni, più di 1.300 morti: di questi oltre 700 hanno meno di 15 anni. In Italia, i dati Aci-Istat dicono che nel 2017, 25 bambini tra 0 e 9 anni sono deceduti in auto e più di 6.000 sono rimasti feriti”.
Al termine dell’incontro, ogni bambino ha ricevuto materiale didattico che tiene conto delle diverse capacità di apprendimento e contenente numerose attività di gioco con fini educativi, sempre sul tema della sicurezza stradale.
SCARICA COMUNICATO IN WORD E FOTO

Un momento della lezione tenuta dal direttore dell’Aci Cuneo, Giuseppe De Masi

Il direttore dell’Aci Cuneo, Giuseppe De Masi, ha fornito utili consigli ai bambini

Gli alunni sono stati accompagnati dai rispettivi insegnanti

Gli alunni che hanno preso parte alla lezione in Aci Cuneo

Archivio immagini di Aci Cuneo