Written by Bottero

Commessa governativa da circa 8 milioni di euro per Bottero spa in Turkmenistan

 
Importante commessa governativa per la Bottero di Cuneo in Turkmenistan, nel distretto della capitale Ashgabat. L’azienda, leader mondiale nella produzione di macchine e impianti per la lavorazione del vetro, si è infatti aggiudicata di recente un ordinativo del valore di circa 8 milioni di euro per la fornitura di una linea completa da 250 tonnellate di vetro al giorno per la produzione di lastre destinate al mercato edile e di due ‘macchine IS a 6 sezioni’ in grado di produrre circa 10 milioni di bottiglie all’anno. La consegna dell’intera commessa è prevista per il quarto trimestre del 2016.
“Bottero rafforza sempre di più la propria presenza sui mercati dell’Asia centrale – spiega Alberto Masoero, direttore Business Unit Vetro Piano di Bottero -: la commessa per conto del governo turkmeno, fa infatti il paio con un altro ordinativo del valore di 1,5 milioni di euro nel vicino Uzbekistan, nel distretto di Taskent, dove a fine 2015 è entrata a pieno regime una linea completa per il processo del vetro piano (molatura del bordo, foratura e lavaggio), destinato all’industria del bianco (piani cottura, frontali dei forni, ripiani interni per frigoriferi) con una capacità annua di 11 milioni di pezzi prodotti”.
L’azienda aveva già sondato nel 2002 i mercati del centro Asia grazie a una fornitura, sempre in Uzbekistan, dell’unica linea di produzione del vetro float del Paese, destinata alla produzione di vetro piano per l’edilizia, oltre a tre ‘macchine IS’ per la produzione di bottiglie. Ora, il governo turkmeno, procedendo nel suo rapido piano di sviluppo dell’edilizia urbana, ha deciso di rilanciare in grande stile l’industria del vetro avviando un polo in grado di processare il vetro piano ma anche il vetro cavo (bottiglie). Un vero e proprio hub di produzione con uno sviluppo a cinque anni in cui Bottero ha avuto un ruolo di primo piano nella sua nascita: “La tecnologia che abbiamo utilizzato è fondata sull’utilizzo di sistemi robotici integrati nell’automazione di linea – aggiunge Masoero -. Ci siamo inseriti in un Paese emergente dal punto di vista industriale e Bottero si è presentata con il fiore all’occhiello della sua tecnologia: non siamo più solo fornitori di macchinari, ma anche di tecnologia. Bottero è stata scelta dal Governo del Turkmenistan come partner perché unica azienda, nel panorama mondiale, in grado di fornire macchinari sia per la produzione e il processo del vetro piano che del vetro cavo”.
Bottero prosegue dunque nel suo percorso di sviluppo aziendale, accelerandolo in particolare in quei Paesi che più valorizzano un supporto ingegneristico a 360° relativo al processo di lavorazione del vetro, come appunto quelli dell’Asia centrale.

Archivio immagini di Bottero

Written by Bottero

Commessa governativa da circa 8 milioni di euro per Bottero spa in Turkmenistan

 
Importante commessa governativa per la Bottero di Cuneo in Turkmenistan, nel distretto della capitale Ashgabat. L’azienda, leader mondiale nella produzione di macchine e impianti per la lavorazione del vetro, si è infatti aggiudicata di recente un ordinativo del valore di circa 8 milioni di euro per la fornitura di una linea completa da 250 tonnellate di vetro al giorno per la produzione di lastre destinate al mercato edile e di due ‘macchine IS a 6 sezioni’ in grado di produrre circa 10 milioni di bottiglie all’anno. La consegna dell’intera commessa è prevista per il quarto trimestre del 2016.
“Bottero rafforza sempre di più la propria presenza sui mercati dell’Asia centrale – spiega Alberto Masoero, direttore Business Unit Vetro Piano di Bottero -: la commessa per conto del governo turkmeno, fa infatti il paio con un altro ordinativo del valore di 1,5 milioni di euro nel vicino Uzbekistan, nel distretto di Taskent, dove a fine 2015 è entrata a pieno regime una linea completa per il processo del vetro piano (molatura del bordo, foratura e lavaggio), destinato all’industria del bianco (piani cottura, frontali dei forni, ripiani interni per frigoriferi) con una capacità annua di 11 milioni di pezzi prodotti”.
L’azienda aveva già sondato nel 2002 i mercati del centro Asia grazie a una fornitura, sempre in Uzbekistan, dell’unica linea di produzione del vetro float del Paese, destinata alla produzione di vetro piano per l’edilizia, oltre a tre ‘macchine IS’ per la produzione di bottiglie. Ora, il governo turkmeno, procedendo nel suo rapido piano di sviluppo dell’edilizia urbana, ha deciso di rilanciare in grande stile l’industria del vetro avviando un polo in grado di processare il vetro piano ma anche il vetro cavo (bottiglie). Un vero e proprio hub di produzione con uno sviluppo a cinque anni in cui Bottero ha avuto un ruolo di primo piano nella sua nascita: “La tecnologia che abbiamo utilizzato è fondata sull’utilizzo di sistemi robotici integrati nell’automazione di linea – aggiunge Masoero -. Ci siamo inseriti in un Paese emergente dal punto di vista industriale e Bottero si è presentata con il fiore all’occhiello della sua tecnologia: non siamo più solo fornitori di macchinari, ma anche di tecnologia. Bottero è stata scelta dal Governo del Turkmenistan come partner perché unica azienda, nel panorama mondiale, in grado di fornire macchinari sia per la produzione e il processo del vetro piano che del vetro cavo”.
Bottero prosegue dunque nel suo percorso di sviluppo aziendale, accelerandolo in particolare in quei Paesi che più valorizzano un supporto ingegneristico a 360° relativo al processo di lavorazione del vetro, come appunto quelli dell’Asia centrale.

Archivio immagini di Bottero