Written by Aeroporto Cuneo

È arrivata all’Aeroporto di Cuneo la statua della Madonna di Loreto: visitabile fino al 27 gennaio

Per accedere allo scalo è necessario prenotarsi al numero 0172/741500 o scrivendo una mail a marketing@aeroporto.cuneo.it

Levaldigi_MadonnaLoreto03

La statua della Madonna di Loreto sulla pista dell’Aeroporto di Cuneo. Sullo sfondo si scorgono il presidente Geac, Giuseppe Viriglio; il Vescovo delle Diocesi di Cuneo e Fossano Monsignor Piero Delbosco; il direttore dell’Aeroporto Anna Milanese; l’imprenditore Amilcare Merlo e, in rappresentanza del Prefetto, Claudia Bergia.

Nella tarda mattinata di oggi – giovedì 21 gennaio – è giunta all’Aeroporto di Cuneo Levaldigi la statua raffigurante la Madonna di Loreto, protettrice degli aviatori e dei viaggiatori. La tappa cuneese della “Peregrinatio Mariae”, si inserisce nell’ambito delle iniziative del Giubileo Lauretano concesso dal Santo Padre Papa Francesco in occasione del centenario della proclamazione della Madonna di Loreto come patrona degli aeronauti. Durante la sua permanenza a Levaldigi sono in programma una Santa Messa sabato 23 gennaio alle ore 16 e la recita di un Santo Rosario martedì 26 gennaio alle ore 20. A causa delle misure anti Covid in essere, chi fosse interessato a fare visita alla statua della Madonna di Loreto per pregare o a partecipare alla Santa Messa o al Santo Rosario deve obbligatoriamente prenotarsi telefonando al numero 0172/741500 o scrivendo una mail a marketing@aeroporto.cuneo.it. Il numero dei posti disponibili è limitato.

“La “Peregrinatio Mariae” dell’effige della Madonna di Loreto unisce idealmente gli aeroporti italiani – ha dichiarato il Direttore Generale ENAC Alessio Quaranta – con un messaggio di speranza rivolto a tutta la comunità del trasporto aereo, sia lavoratori del comparto, sia passeggeri. L’auspicio è quello di superare, al più presto, la grave emergenza sanitaria globale e la profonda crisi economica ad essa collegata che ha investito anche l’aviazione civile, per riprendere a volare e a far volare tutto il settore”.

“Siamo ben felici di ospitare presso il nostro aeroporto di Cuneo una tappa della «Peregrinatio Mariae» nell’ambito delle iniziative del Giubileo Lauretano concesso da Papa Francesco per il centenario della proclamazione della Madonna di Loreto patrona degli aeronauti – ha affermato Giuseppe Viriglio, Presidente della Geac, società che gestisce lo scalo di Levaldigi -. Averla qui da noi per una settimana, a disposizione dei fedeli, è un ulteriore segno di integrazione dello scalo cuneese con il territorio. Usciamo da un anno nefasto, la speranza è quella di ripartire tutti insieme collaborando con le istituzioni per puntare anche ad un pieno rilancio, in sicurezza, dell’aviazione civile”.

“Il viaggio itinerante della Statua della Madonna di Loreto negli aeroporti italiani – ha commentato il Vice Presidente Vicario di Assaeroporti Fulvio Cavalleri – è, oggi più che mai, un simbolo di speranza e di rinascita che ci esorta a guardare al futuro più fiduciosi. Ci auguriamo che il pellegrinaggio dell’icona mariana sia di buon auspicio per il superamento dell’attuale crisi così da riprendere appieno tutto ciò che abbiamo dovuto sacrificare durante la pandemia, compresa l’attività volativa che unisce tutti noi”.

La statua è stata accolta al suo arrivo a Levaldigi dal Vescovo delle Diocesi di Cuneo e Fossano Monsignor Piero Delbosco che, dopo un breve momento di preghiera, ha impartito una benedizione solenne a tutti i presenti. La statua è stata trasferita presso l’area check-in dell’aeroporto dove resterà esposta fino a mercoledì 27 gennaio, quando ripartirà in aereo in direzione dello scalo di Torino Caselle, in prosecuzione del pellegrinaggio.

Archivio immagini di Aeroporto Cuneo

Written by Aeroporto Cuneo

È arrivata all’Aeroporto di Cuneo la statua della Madonna di Loreto: visitabile fino al 27 gennaio

Per accedere allo scalo è necessario prenotarsi al numero 0172/741500 o scrivendo una mail a marketing@aeroporto.cuneo.it

Levaldigi_MadonnaLoreto03

La statua della Madonna di Loreto sulla pista dell’Aeroporto di Cuneo. Sullo sfondo si scorgono il presidente Geac, Giuseppe Viriglio; il Vescovo delle Diocesi di Cuneo e Fossano Monsignor Piero Delbosco; il direttore dell’Aeroporto Anna Milanese; l’imprenditore Amilcare Merlo e, in rappresentanza del Prefetto, Claudia Bergia.

Nella tarda mattinata di oggi – giovedì 21 gennaio – è giunta all’Aeroporto di Cuneo Levaldigi la statua raffigurante la Madonna di Loreto, protettrice degli aviatori e dei viaggiatori. La tappa cuneese della “Peregrinatio Mariae”, si inserisce nell’ambito delle iniziative del Giubileo Lauretano concesso dal Santo Padre Papa Francesco in occasione del centenario della proclamazione della Madonna di Loreto come patrona degli aeronauti. Durante la sua permanenza a Levaldigi sono in programma una Santa Messa sabato 23 gennaio alle ore 16 e la recita di un Santo Rosario martedì 26 gennaio alle ore 20. A causa delle misure anti Covid in essere, chi fosse interessato a fare visita alla statua della Madonna di Loreto per pregare o a partecipare alla Santa Messa o al Santo Rosario deve obbligatoriamente prenotarsi telefonando al numero 0172/741500 o scrivendo una mail a marketing@aeroporto.cuneo.it. Il numero dei posti disponibili è limitato.

“La “Peregrinatio Mariae” dell’effige della Madonna di Loreto unisce idealmente gli aeroporti italiani – ha dichiarato il Direttore Generale ENAC Alessio Quaranta – con un messaggio di speranza rivolto a tutta la comunità del trasporto aereo, sia lavoratori del comparto, sia passeggeri. L’auspicio è quello di superare, al più presto, la grave emergenza sanitaria globale e la profonda crisi economica ad essa collegata che ha investito anche l’aviazione civile, per riprendere a volare e a far volare tutto il settore”.

“Siamo ben felici di ospitare presso il nostro aeroporto di Cuneo una tappa della «Peregrinatio Mariae» nell’ambito delle iniziative del Giubileo Lauretano concesso da Papa Francesco per il centenario della proclamazione della Madonna di Loreto patrona degli aeronauti – ha affermato Giuseppe Viriglio, Presidente della Geac, società che gestisce lo scalo di Levaldigi -. Averla qui da noi per una settimana, a disposizione dei fedeli, è un ulteriore segno di integrazione dello scalo cuneese con il territorio. Usciamo da un anno nefasto, la speranza è quella di ripartire tutti insieme collaborando con le istituzioni per puntare anche ad un pieno rilancio, in sicurezza, dell’aviazione civile”.

“Il viaggio itinerante della Statua della Madonna di Loreto negli aeroporti italiani – ha commentato il Vice Presidente Vicario di Assaeroporti Fulvio Cavalleri – è, oggi più che mai, un simbolo di speranza e di rinascita che ci esorta a guardare al futuro più fiduciosi. Ci auguriamo che il pellegrinaggio dell’icona mariana sia di buon auspicio per il superamento dell’attuale crisi così da riprendere appieno tutto ciò che abbiamo dovuto sacrificare durante la pandemia, compresa l’attività volativa che unisce tutti noi”.

La statua è stata accolta al suo arrivo a Levaldigi dal Vescovo delle Diocesi di Cuneo e Fossano Monsignor Piero Delbosco che, dopo un breve momento di preghiera, ha impartito una benedizione solenne a tutti i presenti. La statua è stata trasferita presso l’area check-in dell’aeroporto dove resterà esposta fino a mercoledì 27 gennaio, quando ripartirà in aereo in direzione dello scalo di Torino Caselle, in prosecuzione del pellegrinaggio.

Archivio immagini di Aeroporto Cuneo