Written by Consorzio Bra Dop e Raschera Dop

I formaggi Raschera e Bra Dop delizie casearie al mercatino di Frabosa Soprana

Nonostante l’annullamento della “Sagra della Raschera e del Brüss”, i Consorzi di tutela saranno presenti sabato 15 agosto con degustazioni

Franco Biraghi, presidente del Consorzio di tutela del formaggio dop Raschera

Franco Biraghi, presidente del Consorzio di tutela del formaggio dop Raschera

I Consorzi di tutela dei formaggi Raschera Dop e Bra Dop rappresentati per l’occasione dal presidente Franco Biraghi saranno presenti a Frabosa Soprana sabato 15 agosto, dalle 8 alle 19, in occasione del mercatino straordinario di prodotti alimentari, denominato “Aspettando la Sagra 2021” che sarà allestito nonostante l’annullamento della 47esima edizione della “Sagra della Raschera e del Brüss” che avrebbe dovuto svolgersi, come da tradizione, a cavallo di Ferragosto. I due Consorzi si presenteranno insieme con l’intento di valorizzare e promuovere quelle che sono le uniche due grandi dop piemontesi che si producono esclusivamente in tutto il territorio della Granda. Materiale divulgativo e promozionale dei due formaggi sarà distribuito nel corso della giornata, in particolare nella “casetta della Raschera”.

“Con il giusto intento di non disperdere la tradizione, l’amministrazione comunale di Frabosa Soprana ha deciso di organizzare a Ferragosto ed esclusivamente in piazza Marconi e in parte di piazza Municipio, un mercatino straordinario di prodotti alimentari, denominato “Aspettando la Sagra 2021” – dichiara Franco Biraghi, presidente del Consorzio di tutela del formaggio dop Raschera e del Bra –. Seppur in tono minore siamo contenti di esserci e di poter ancora una volta lanciare e promuovere queste due espressioni della tradizione casearia del Cuneese, vere perle della nostra gastronomia. Ne approfitto per ringraziare il Comune di Frabosa Soprana e la Confraternita della Raschera e del Bruss per averci concesso ancora una volta uno spazio all’interno della manifestazione. È per noi fondamentale, infatti, sfruttare eventi di questa portata, che attirano tantissime persone anche da fuori provincia per far conoscere i prodotti locali e il loro impiego in cucina, nella convinzione di poter contribuire così allo sviluppo e alla crescita enogastronomica di un intero territorio”.

“Spiaciuti per l’impossibilità di allestire la Sagra come abbiamo sempre fatto – dichiara Ezio Basso, gran maestro della Confraternita della Raschera e del Bruss – ci compiacciamo comunque anche quest’anno di avere tra i nostri graditi espositori i Consorzi di tutela del formaggio Raschera e Bra dop -. I due consorzi avranno una loro ubicazione in una casetta che porterà i turisti ad assaggiare in degustazione i prodotti caseari realizzati dai consorziati e a ricevere importanti informazioni sulle due tipicità locali. La loro presenza è un segnale: innanzitutto di ripartenza, ma soprattutto per far capire che non si può rinunciare alle tradizioni, perché permettono di valorizzare quelle eccellenze culinarie quali sono il Bra e la Raschera. Un sentito ringraziamento va infine ai due Consorzi per aver contribuito economicamente all’allestimento del padiglione gastronomico”.

Scarica il comunicato in word

Archivio immagini di Consorzio Bra Dop e Raschera Dop

Written by Consorzio Bra Dop e Raschera Dop

I formaggi Raschera e Bra Dop delizie casearie al mercatino di Frabosa Soprana

Nonostante l’annullamento della “Sagra della Raschera e del Brüss”, i Consorzi di tutela saranno presenti sabato 15 agosto con degustazioni

Franco Biraghi, presidente del Consorzio di tutela del formaggio dop Raschera

Franco Biraghi, presidente del Consorzio di tutela del formaggio dop Raschera

I Consorzi di tutela dei formaggi Raschera Dop e Bra Dop rappresentati per l’occasione dal presidente Franco Biraghi saranno presenti a Frabosa Soprana sabato 15 agosto, dalle 8 alle 19, in occasione del mercatino straordinario di prodotti alimentari, denominato “Aspettando la Sagra 2021” che sarà allestito nonostante l’annullamento della 47esima edizione della “Sagra della Raschera e del Brüss” che avrebbe dovuto svolgersi, come da tradizione, a cavallo di Ferragosto. I due Consorzi si presenteranno insieme con l’intento di valorizzare e promuovere quelle che sono le uniche due grandi dop piemontesi che si producono esclusivamente in tutto il territorio della Granda. Materiale divulgativo e promozionale dei due formaggi sarà distribuito nel corso della giornata, in particolare nella “casetta della Raschera”.

“Con il giusto intento di non disperdere la tradizione, l’amministrazione comunale di Frabosa Soprana ha deciso di organizzare a Ferragosto ed esclusivamente in piazza Marconi e in parte di piazza Municipio, un mercatino straordinario di prodotti alimentari, denominato “Aspettando la Sagra 2021” – dichiara Franco Biraghi, presidente del Consorzio di tutela del formaggio dop Raschera e del Bra –. Seppur in tono minore siamo contenti di esserci e di poter ancora una volta lanciare e promuovere queste due espressioni della tradizione casearia del Cuneese, vere perle della nostra gastronomia. Ne approfitto per ringraziare il Comune di Frabosa Soprana e la Confraternita della Raschera e del Bruss per averci concesso ancora una volta uno spazio all’interno della manifestazione. È per noi fondamentale, infatti, sfruttare eventi di questa portata, che attirano tantissime persone anche da fuori provincia per far conoscere i prodotti locali e il loro impiego in cucina, nella convinzione di poter contribuire così allo sviluppo e alla crescita enogastronomica di un intero territorio”.

“Spiaciuti per l’impossibilità di allestire la Sagra come abbiamo sempre fatto – dichiara Ezio Basso, gran maestro della Confraternita della Raschera e del Bruss – ci compiacciamo comunque anche quest’anno di avere tra i nostri graditi espositori i Consorzi di tutela del formaggio Raschera e Bra dop -. I due consorzi avranno una loro ubicazione in una casetta che porterà i turisti ad assaggiare in degustazione i prodotti caseari realizzati dai consorziati e a ricevere importanti informazioni sulle due tipicità locali. La loro presenza è un segnale: innanzitutto di ripartenza, ma soprattutto per far capire che non si può rinunciare alle tradizioni, perché permettono di valorizzare quelle eccellenze culinarie quali sono il Bra e la Raschera. Un sentito ringraziamento va infine ai due Consorzi per aver contribuito economicamente all’allestimento del padiglione gastronomico”.

Scarica il comunicato in word

Archivio immagini di Consorzio Bra Dop e Raschera Dop